INFLUENZA 2016 : I Rimedi Naturali Efficaci

raffredore e rimedi naturali
Previeni il Raffreddore con i Rimedi Naturali
ottobre 17, 2016
Dieta chetogenica Mediterranea per salute e benessere
La Dieta Chetogenica Mediterranea: il successo si diffonde
febbraio 11, 2017
Mostra tutto

INFLUENZA 2016 : I Rimedi Naturali Efficaci

influenza e rimedi naturali

L’influenza è una malattia respiratoria acuta causata da un virus detto appunto influenzale e le epidemie si verificano pressoché ogni anno in un periodo che va, all’incirca, dal mese di novembre ai mesi di gennaio – febbraio quando cioè l’aria fredda diventa veicolo ideale per la trasmissione del virus, favorita anche da “scambi respiratori” tra persone e persone in ambienti chiusi poco areati.

Infatti,sta partendo in tutte le regioni italiane la campagna antinfluenzale 2016-2017. Per qualcuno la vaccinazione rappresenta forse la prevenzione migliore, ma rinforzare le proprie difese in modo dolce
è possibile: ecco un piano d’azione naturale con i rimedi più efficaci.

Pertanto , coloro che desiderano affidarsi a soluzioni naturali e biologiche segnalo alcuni tra i migliori rimedi naturali disponibili, che possono essere assunti anche in opportuno abbinamento.
Non solo i loro effetti collaterali sono praticamente inesistenti ma, a differenza della vaccinazione, che protegge solo da uno specifico virus, i rimedi naturali rinforzano le difese immunitarie, rendendo l’organismo più resistente sia nei confronti dell’influenza vera e propria, sia anche di tutte le sindromi parainfluenzali.
Il principio ispiratore di questo piano d’azione naturale è sempre il consueto, quello su cui si fonda la naturopatia medica : un trattamento unico per l’intera persona piuttosto che tanti e differenziati contro le singole malattie.

Proprio mentrel’influenza 2016 sta entrando nei mesi di più alto contagio, gli esperti prevedono almeno 6 milioni di ammalati in quanto più aggressiva degli anni precedenti: ecco quali sono i sintomi, come riconoscerla e quali rimedi adottate per sconfiggerla l’influenza 2016/2017che  ha già cominciato a diffondersi e nel periodo fra ottobre e novembre ha già registrato più di centomila contagi, secondo i dati raccolti da Influnet. Secondo gli esperti, il dato è destinato a crescere e potrebbe toccare quota 6 milioni di ammalati entro i prossimi due mesi, in quanto più aggressiva degli anni precedenti. Il picco del virus, infatti, è previsto fra gennaio e febbraio, mentre le categorie più a rischio sono, come sempre, anziano over 65 e bambini..

Quest’anno i virus incriminati sono tre: A/California/7/2009A/Hong Kong/4801/2014 e B/Brisbane/60/2008. Secondo gli ultimi dati, i virus responsabili dei contagi di questi mesi appartengono a ceppi simili a quelli elencati, i sintomi, infatti, sono più leggeri, mentre il picco è previsto tra gennaio e febbraio. Infine, potrebbe essere utile sapere che, secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’Università della California e dell’Università dell’Arizona, tra l’anno di nascita e il tipo di virus dal quale si può essere contagiati esisterebbe un legame: chi è nato prima del 1968 potrebbe risultare immune al ceppo H5N1, mentre chi è nato dopo tale data sarebbe immune al ceppo H7N9. Questa resistenza sarebbe dovuta al fatto che durante la tenera età il virus potrebbe già essere stato contratto, rendendo quindi l’organismo resistente al contagio in età adulta.

Sintomi Influenza 2016

I principali sintomi dell’influenza 2016 sono febbreraffreddoremal di pancia o altri sintomi gastrointestinali. La presenza di uno o più sintomi potrebbe indicare quindi il contagio da uno dei precedenti virus influenzali.

In presenza di virus influenzale la febbre arriva all’improvviso, è superiore ai 38 gradi ed è accompagnata da dolori muscolari e articolari, mal di gola e tosse.

 

Pertanto Il principale alleato contro l’influenza è sicuramente la Prevenzione. Visto l’arrivo tardivo del picco di questa influenza 2016 approfittiamone per proteggerci, poche semplici attenzioni potrebbe evitarci il contagio:

  • evitare luoghi chiusi ed affollati
  • lavarsi spesso le mani
  • evitare il contatto con persone influenzate
  • vestirsi a “cipolla”per adattarsi alle temperature dei diversi ambienti
  • Arieggiare gli ambientiper qualche minuto per il ricambio dell’aria all’interno di una stanza

Se invece non avete fatto in tempo a mettere in pratica i consigli sopra riportati o semplicemente non si sono rivelati sufficienti, ed avvertite i primi sintomi influenzali correte ai ripari con i rimedi naturali.

 

 
Quali?     Eccoli..:

 

L’Echinacea

 

L’echinacea è una pianta nativa dell’America. Il suo nome è “Echinacea Purpurea”. È un rimedio naturale molto usato in tutto il mondo per le sue proprietà antibiotiche e antivirali naturali. Viene spesso usato e prescritto proprio per la profilassi dei raffreddori e dell’influenza per la sua capacità di stimolare il sistema immunitario. Non è tossica e si può assumere sia per prevenire, che per curare le infezioni già in corso.

ECHINACEA

ECHINACEA

Consiglio, per la prevenzione dell’influenza, di assumere un integratore di echinacea di ottima provenienza (è importante stabilire la provenienza delle piante) , insieme a vitamina C naturale, non sintetica (la vitamina csintetica non viene per niente assorbita dalle membrane cellulari): abbinando echinacea e vitamina c l ’influenza diventerà solo un ricordo.

Reishi
Il reishi (Ganoderma lucidum) è uno dei più noti “medicinali”, ben conosciuto dalla tradizione cinese e giapponese. Alcuni suoi costituenti – i beta glucani – assomigliano alle molecole delle membrane cellulari dei microbi e vanno in questo modo a stimolare le difese naturali del corpo senza che ci sia una vera infezione in corso. Il reishi è in vendita anche in capsule.

foto-reishi

 

Zinco
Lo zinco è un minerale preziosissimo per il sostegno immunitario. Assunto sotto forma di integratore alimentare, oltre a essere utile in prevenzione per allenare le nostre difese, lo zinco è persino in grado di contrastare attivamente il raffreddore una volta contratto.

Astragalo
L’astragalo (Astragalus membranaceus) rappresenta uno dei fitoterapici più efficaci e indicati per rafforzare il sistema immunitario e prevenire e trattare le malattie da raffreddamento.

ASTRAGALO

ASTRAGALO

Il suo utilizzo aiuta l’organismo a difendersi meglio da virus e batteri responsabili delle affezioni alle vie respiratorie. L’attività immunostimolante dell’astragalo è stata validata da diversi studi clinici.

Probiotici
Grazie alla loro capacità di stimolare le difese immunitarie, anche i cosiddetti fermenti lattici aiutano a evitare influenza e sindromi para influenzali o, nella peggiore delle ipotesi, a diminuirne la durata dei disturbi.

 

E non dimenticate..!
Nonostante il freddo e la brutta stagione, è bene che non si smetta di fare movimento e, anzi, chi sia sedentario trovi lo stimolo per iniziare un’attività aerobica regolare. Autorevoli ricerche scientifiche hanno infatti dimostrato che per prevenire influenza e malattie stagionali è necessario muoversi con costanza e regolarità: chi predilige la sedentarietà ha quasi il doppio delle probabilità di ammalarsi da disturbi da raffreddamento.

Inoltre…
Durante l’influenza occorre seguire una dieta liquida con spremute, succhi di frutta e di verdura. Per prevenire e curare le malattie della gola è consigliabile assumere quotidianamente della tintura madre di propoli e stimolare il sistema immunitario con tintura madre di echinacea.

Una bevanda magica: in un pentolino colmo d’acqua un limone intero (ben lavato), 2-3 spicchi d’aglio e dello zenzero. Bollire x 7-8 minuti e bere 2-3 volte al dì…. Eccezionale!!!