I Miracolosi Effetti della Vitamina E

sindrome intestino permeabile
Il solito misterioso Gonfiore di Pancia? La Sindrome della Permeabilita’ Intestinale è la Risposta
settembre 29, 2016
raffredore e rimedi naturali
Previeni il Raffreddore con i Rimedi Naturali
ottobre 17, 2016
Mostra tutto

I Miracolosi Effetti della Vitamina E

vitamina E e fertilità

 

La Vitamina E o Tocoferolo è una Vitamina liposolubile che presenta risvolti efficacemente sorprendenti sul funzionamento del nostro corpo e il mantenimento di un livello considerevole di salute.

Essa è necessaria per tutte le forme di vita che consumano ossigeno in quanto ha il fondamentale scopo di essere colei che combatte l’ossidazione delle sostanze nell’organismo. L’ossidazione coinvolge un composto chiamato ossidatore che attacca un altro composto ,privandone di un elettrone (energia vitale che viaggia tra le nostre molecole). La Vitamina E evita che gli acidi grassi saturi e la Vitamina A si scomponga e si combinino con altre sostanze diventando cosi nocivi all’organismo.

foto-formula-vitamina-e

Essa è in grado di migliorare la messa a fuoco della vista nelle persone di mezza età. Importantissima la sua funzione di proteggere le nostre cellule dagli effetti dannosi dei veleni presenti nell’aria, nell’acqua e nei cibi , difendendo i polmoni ed altri tessuti dai danni provocati dall’inquinamento atmosferico. Probabilmente la Vitamina E è anche coinvolta nel metabolismo del calcio , correggendo l’eccesivo o lo scarso deposito nell’organismo.

ASSIMILAZIONE E IMMAGAZZINAMENTO

La Vitamina E , come le altre vitamine liposolubili , viene assorbita in presenza di Sali biliari e grassi. Viene assimilata dagli intestini e trasportata dalla corrente sanguigna come Tocoferolo al fegato, dove viene depositata in alte concentrazioni. Le persone che si alimentano con una dieta equilibrata ricavano circa 15 UI al giorno da cereali integrali ,oli vegetali, farina arricchita, verdura a foglia verde e altre verdure. Vi sono sostanze che possono determinare un impoverimento di vitamina E nell’organismo: per esempio quando il ferro in forma inorganica e la vitamina E vengono somministrati insieme, l’assorbimento di entrambe le sostanze diminuisce. E’ preferibile prendere la vitamina E prima dei pasti o prima di andare a letto.

Essa viene distrutta dal calore della cottura e dall’ossidazione : è quindi consigliabile consumarla con alimenti freschi e poco trattati. La vitamina E viene distrutta da qualunque tipo di frittura, dai raggi ultravioletti , dall’ambiente alcalino , dall’ossigeno e dai Sali ferrosi.

 

foto-spighe_di_grano

 

EFFETTI  DA  CARENZA

La prima manifestazione di carenza di vitamina E è la rottura dei globuli rossi conseguente alla loro aumentata fragilità, causata probabilmente dall’ossidazione ( “perdita di energia vitale”), da parte dei radicali liberi (“killer  anti – energia vitale”  ). Una carenza può causare il restringimento del collagene, un tessuto connettivo. La carenza di Vitamina E può portare ad una tendenza all’atrofia muscolare o alla formazione di deposito di grasso nei muscoli e un maggior bisogno di ossigeno. Forse la più grande incidenza di carenza della vitamina E negli adulti si riscontra nelle malattie gastrointestinali , dove carenze prolungate possono causare un cattivo assorbimento dei grassi .Studi clinici di Autori anglosassoni relazione una carenza di tale vitamina con la predisposizione all’intolleranza a  Glutine. Nelle donne ,invece, gravi carenze di vitamina E rendono difficile la gravidanza e molto spesso determinano aborti e parti prematuri.

Secondo il dott. Wilfred  Shute , la carenza di vitamina E nella dieta americana è parzialmente dovuta al processo di produzione della farina che elimina il germe di grano, importante fonte di vitamina E : circa il 90% della vitamina E si perde nel processo di macinazione.

EFFETTI   BENEFICI

La vitamina E è un potente immunostimolante ; le persone che hanno alti livelli di vitamina E nel sangue hanno ottimi livelli di funzionalità immunitaria. Dato che la concentrazione di questa vitamina diminuisce con l’invecchiamento, le persone anziane hanno tratto grande beneficio dalle proprietà immunitarie della vitamina E.

La vitamina E agisce nella prevenzione e nel trattamento delle malattie cardiache , come la trombosi coronarica e l’infarto, nelle quali i vasi vengono bloccati da grumi di sangue e parte del cuore viene privata della sua provvista di sangue. La vitamina E permette lo scioglimento dei trombi nelle arterie .

La vitamina E è in grado di apportare miglioramento nei casi di claudicazione intermittente , un dolore acuto dei muscoli del polpaccio, che si manifesta in seguito ad un apporto insufficiente di sangue provocato da spasmo arterioso , “gamba senza riposo”. Essa allevia il dolore all’estremità dell’arto inferiore, accelera il flusso sanguigno e riduce la formazione dei trombi.

Studi clinici hanno dimostrato che persone con alti livelli di vitamina E nel sangue hanno due volte e mezzo meno probabilità di ammalarsi di tumore al polmone. Invero, un’assunzione adeguata di vitamina E, che si comporta da spazzino dei radicali liberi, protegge dal tumore . Il suo effetto anti ossidante nei polmoni protegge dalle sostanze inquinanti.

La vitamina E  ha contribuito a regolare i flussi mestruali troppo scarsi o troppo abbondanti, riequilibrando il ciclo mestruale. Se assunta in combinazione con altre sostanze nutritive e accompagnata da una dieta adeguata , può sostituire la terapia con estrogeni in menopausa. Infatti, la vitamina E viene somministrata nel trattamento di vampate di calore , mal di testa, prurito e infiammazione della vagina in menopausa.

Essa  a certi dosaggi è stata adoperata con successo nella cura delle alterazioni no cancerose del tessuto della mammella ( displasia mammarie,mastopatia fibrocistica) : diminuisce la tensione mammaria che si ha in periodo pre-mestruale .

La sclerosi multipla può migliorare con la vitamina E   e   aiuta anche in caso di miopatia muscolo-scheletrica e cefalee , in quanto mantiene l’ossigeno nel sangue per un prolungato periodo di tempo.